Enrico Cattaneo

Painter

Enrico Cattaneo nasce nel 1989 nella provincia bergamasca. Frequenta l’Istituto d’Arte Andrea Fantoni e prosegue la sua formazione presso le Accademie di Firenze e Bergamo tra il 2011-2017 dove si orienta verso il riciclo di materiali e una più approfondita indagine del supporto.

Questa analisi spinge l’artista verso nuove tecniche quali l’uso del gessetto e l’incisione. Proprio su quest’ultima tecnica, Cattaneo indaga le autonome possibilità di espressione della materia. Il cartone da riciclo diventa il supporto adatto a rendere, attraverso la rimozione, l’infinita trasformazione della materia e delle immagini nello scorrere del tempo.

La prima personale è del 2012 a Firenze, presso la galleria indipendente CO2, in seguito varie manifestazioni come la collettiva “Frammenti” nel 2013 e la partecipazione a Bergamo Arte Fiera grazie alla collaborazione con la Galleria Elleni.

Cattaneo trascorre il 2013 nel continente australiano alla ricerca di nuovi soggetti e continua a lavorare sul territorio dove ottiene un buon riconoscimento ed espone presso la Hogan Gallery a Melbourne. Nel 2014 l’artista torna in Italia e prosegue la sua ricerca per fondere il carattere materico delle sue opere con una più accurata osservazione del mondo che lo circonda, inserendo un accento più critico nei confronti del suo lavoro mantenendo sempre una forte attenzione verso il supporto delle sue opere in relazione all’ambiente circostante.

Partecipa nel 2015 alla collettiva nazionale per CodiceItalia Accademy in collaborazione con la Biennale di Venezia e la sua prima personale nel 2016 per l’evento di ArtDate a Bergamo nella galleria Elleni. Dopo una permanenza nella città di New York, dove lavora come assistente per Andrea Mastrovito, cresce la voglia di riscoprire il ‘volto originale’ di ciò che lo circonda elevando la rimozione come gesto necessario a far emergere un sistema parallelo tra il mondo ideale e quello naturale di ogni cosa, come nell’installazione “Ripercorsi” locata nel 2017 in UnaVetrina, il racconto di un viaggio sul confine tra passato e presente, tra logoramento e grado 0 di ogni sostanza, oggetto e superficie, forma e colore.

Così nel 2018 un nuovo approccio alla figurazione nella mostra Lègami presso la Galleria PRAC di Napoli, dove l’abbandono progressivo di un figurativismo didascalico apre così a Cattaneo nuovi spazi di intervento, linguaggi non descrittivi ma atti a richiamare in vita improvvisi sussulti di memoria. Gli strappi e le lacerazioni conquistano margini di autonomia rispetto alle opere degli anni passati, l’aggressione gestuale di Cattaneo si abbatte sulla superficie frammentando le parvenze fino quasi a non riconoscerle.

Nel 2019 ha luogo presso Spazio Giacomo di Bergamo, la sua personale Readjustement, dove  Cattaneo da vita ad un paesaggio apparentemente sospeso costituito di equilibri precari e tentativi di bilanciamento che manifesta sotto forma scultorea creando un’atmosfera in cui il naturale sfuma nell’artificio.

 Solo Show

2019 – “Readjustments” – GiacomoQ space, Bergamo, Italy.

2018 – “Lègami” – Prac Gallery, Naples, Italy.

2017 – Project “Percorsi di Sottrazione” – Una Vetrina, MAXXI, Rome, Italy.

2016 – PECUNIA EFFIGIE CREAT – ELLENI Gallery, Bergamo, Italy.

2014 – “Postcards from Italy” – Downing Center Building, Sydney, Australia.

Return to the Past” – HOGAN Gallery, Melbourne, Australia.

2012 – “Squarcio sul passato” – CO2 Gallery, Florence, Italy.

Group Show

2020 – “Oasi, zone di contatto” – Bunker Vittorio Arrigoni, Brescia, Italy.

2017 – Project – “Arteimpresa” – GiacomoQ space, Bergamo, Italy.

2015 – CODICE ITALIA ACCADEMY, Biennale di Venezia, Venice, Italy.

2012 – “Reused” – CO2 Gallery, Florence, Italy.

“Semplicità” – CO2 Gallery, Florence, Italy.

© Copyright - GALLERIERIUNITE